Home REGIONI Paradiso, 2019 in gestione oculata: cifre nere per il Comune

Paradiso, 2019 in gestione oculata: cifre nere per il Comune

Utile di 2’231’744.86 franchi per il Comune, utile di 138’082.76 franchi per l’“Azienda acqua potabile”. Sarà anche denso di ombre il futuro e ci vorrà tempo per risalire la china dopo il “black-out” da Covid-19, ma a Paradiso sanno almeno – e non è detto che analogo grado di conoscenza goda di allignamento in ogni altro ente locale – su quale roccia è fondata la casa e da che cosa ripartire, o proseguire: numeri più che buoni quelli che gli amministratori pubblici trasmettono a… sé stessi nel transito dalle certezze del 2019 alle incertezze del 2020, computandosi ad esempio – valgono le cifre arrotondate – entrate di gestione prossime ai 51 milioni di franchi (più sei milioni di franchi rispetto alle previsioni), sopravvenienze attive da imposte per 7.1 milioni di franchi (3.5 la stima), uscite correnti a 49 milioni di franchi (spesa ipotizzata: 50). Gli oneri perequativi, sommati al contributo per il risanamento delle finanze cantonali, si situano a 6.6 milioni di franchi. Capitolo seguente: previsione di gettito per quanto riguarda le persone fisiche, 20.5 milioni di franchi (più 2.55 per cento), ad onta della constatata partenza di alcuni contribuenti (ma in almeno pari misura è l’effetto congiunto tra arrivo di nuovi contribuenti e rivalutazione di altri già presenti); valutazione delle entrate fiscali per quanto riguarda le persone giuridiche, 16.3 milioni di franchi (più 1.88 per cento); iscritte entrate per 960’000 franchi con riferimento ad imposte immobiliari ed imposte personali.

Noti o già anticipati gli altri aspetti dell’esercizio fiscale: moltiplicatore di imposta al 62 per cento, spese per il personale in riduzione a 19 milioni di franchi e briciole (meno 240’000 franchi); investimenti netti per quattro milioni di franchi ed interamente a carico dei beni amministrativi; a 7.9 milioni di franchi gli ammortamenti complessivi iscritti a Consuntivo. Circa la progettualità “in itinere”, fasi a catena nella pianificazione “a lago” e sviluppo di infrastrutture quali la sede della Polcom, la “Residenza Paradiso”, gli impianti sportivi (campi per tennis ed aree per “skater”), la realizzazione del nuovo “Ecocentro” in località “La Sguancia”, ed ancora opere in essere con riferimento all’“Azienda acqua potabile”; tracce di lavoro, infine su temi stratetici quali, ad esempio, la ridefinizione ad incremento del comparto dell’Istituto scolastico.