Home CRONACA “Orchestra della Svizzera italiana”, ad Alessandra Zumthor l’ufficio-stampa

“Orchestra della Svizzera italiana”, ad Alessandra Zumthor l’ufficio-stampa

Alessandra Zumthor Bernasconi, 47 anni, già al “Giornale del popolo” e poi in Rsi e poi ultima direttrice responsabile del citato GdP sino all’improvvisa ma non inattesa chiusura, avrà da sabato 1.o febbraio la titolarità dell’ufficio-stampa all’“Orchestra della Svizzera italiana-Osi”, prendendo il posto di Anna Ciocca-Rossi cui si è affiancata in questi giorni. Nessuna indicazione, nella nota di congedo da parte di Anna Ciocca-Rossi, circa i motivi del subentro, forse da situarsi in un più complesso piano di riorganizzazione nel cui contesto, ad inizio novembre 2019, era stata resa nota la volontà di disimpegno – una volta che sia stata conclusa la programmazione 2020-2021 – da parte di Denise Fedeli, negli ultimi 12 anni in ruolo di direttrice artistica-amministrativa e la cui scelta, come Mario Postizzi presidente dell’orchestra aveva dichiarato nell’occasione, era giunta “in un momento di cambiamento generazionale”. Alessandra Zumthor, che è dunque di ritorno all’attività diretta sui “media”, era stata anche candidata in quota Ppd alle Cantonali 2019, risultando terza (ossia seconda subentrante) alle spalle di Raffaele De Rosa e Paolo Beltraminelli e davanti ad Elia Frapolli ed a Michele Rossi. In immagine, Alessandra Zumthor.