Home CRONACA Non idraulico ma sospetto trafficante: polacco in manette a Biasca

Non idraulico ma sospetto trafficante: polacco in manette a Biasca

Un cittadino polacco, 40 anni l’età, si aggiunge alla multinazionale del traffico e dello spaccio di sostanze stupefacenti sul territorio cantonale: l’uomo finì in manette giusto giovedì scorso (di stamane l’informativa da ministero pubblico e Polcantonale) nel contesto di un’inchiesta poliforme stante la collaborazione fornita da effettivi della Polcom Bellinzona (servizi antidroga) e della Polcom Biasca. Proprio a Biasca il fermo del soggetto, sospettato di aver preso parte ad un traffico di cocaina e, sulla scorta di evidenze acquisite, posto in restrizione della libertà personale; decisione già confermata, quest’uiltima, dal giudice dei provvedimenti coercitivi. Infrazione aggravata (in subordine, infrazione semplice) e contravvenzione alla Legge federale sugli stupefacenti i principali addebiti mossi al 40enne. Inchiesta nelle mani del procuratore pubblico Roberto Ruggeri.