Home SPORT Motori / Sulla ruota del “Ronde” esce il numero di “Rally-Bally”

Motori / Sulla ruota del “Ronde” esce il numero di “Rally-Bally”

Primi colpi di acceleratore per un “Rally ronde del Ticino” che quest’anno si trasforma in passerella sulle strade della Valcolla e di Isone (più la prova speciale di chiusura al Penz): per uno, almeno, cioè per il malcantonese Ivan Ballinari che su percorsi a lui noti vivrà l’emozione di gareggiare da campione uscente ed… entrante, essendo ormai aritmetico il suo titolo svizzero per la seconda volta consecutiva. Una 22.a edizione, dunque, da trionfo di uno specialista che, dopo essere stato primo ticinese ad imporsi nel circuito elvetico da pilota (in precedenza, vari i successi del “momò” Pietro Ravasi come navigatore del neocastellano Grégoire Hotz), va al “bis” in totale scioltezza e senza doversi preoccupare della concorrenza. Merito suo e… dei membri della Commissione sportiva nazionale dell’automobilismo da competizione: essendo stato riclassificato il “Rally ronde del Ticino” dalla categoria 3 alla categoria 4, in ragione del computo sulla distanza da coprirsi in velocità pura (cioè nelle prove speciali, passate da 52’480 a 48’720 metri), minore è il numero di punti che sarà assegnato a vincitore e piazzati. Morale: Ivan “Bally” Ballinari è diventato irraggiungibile anche per Jean-Marc Salomon, unico pilota che sarebbe rimasto in lizza qualora il “Rally ronde del Ticino” fosse rimasto in categoria 3; aspetto anche questo meramente teorico, perché a calcoli fatti il ticinese avrebbe vinto anche solo raccogliendo 4.5 punti nell’ultima sfida. In corso San Gottardo a Chiasso, venerdì 6 settembre (ore 20.00), la presentazione di vetture ed equipaggi; poi prove speciali, trasferimenti, emozioni e curiosità, sino alla premiazione in programma per sabato 7 (ore 18.00) ancora a Chiasso. In immagine, Ivan Ballinari.