Home CULTURA Monte Verità, partenza ritardata. Primo obiettivo, l’ospitalità

Monte Verità, partenza ritardata. Primo obiettivo, l’ospitalità

Riapertura del museo a “Casa Anatta”, del ristorante e della struttura alberghiera, e questo nell’immediato, cioè già domani, mercoledì 10 giugno; nel frattempo, una ridefinizione del progetto sull’anno 2000, stagione che “si presenta diversa dalla modalità con cui la avevamo programmata”. A dimensione operativa rielaborata, ed in queste ore l’annuncio, le attività del Monte Verità ad Ascona: “La nostra sarà un’estate in cui ci racconteremo, ed in cui proporremo di vivere l’esperienza del monte”, tale il messaggio. E per esempio: ogni camera dell’“hôtel” è stata personalizzata con la biografia di un personaggio che ha avuto ruolo nella storia ormai secolare del complesso; nella galleria del ristorante sono inserite alcune riproduzioni fotografiche acquisite dal “Fondo Harald Szeemann”; annunciata la presentazione di una nuova “media guide” del Monte Verità, con una sezione in dedica all’unità museale. Per quanto riguarda i programmi immediati, sino a fine luglio un ciclo di lezioni gratuite di yoga nel parco (sufficiente la prenotazione; fino ad esaurimento posti) ogni mercoledì sera. Per quanto riguarda il padiglione “Elisarion”, invece, già certo il rinvio della riapertura al 2021.