Home CRONACA Lotta al Covid-19, primo obiettivo raggiunto: in Ticino cure intense a zero

Lotta al Covid-19, primo obiettivo raggiunto: in Ticino cure intense a zero

(ULTIMO AGGIORNAMENTO E RIEPILOGO, ORE 15.30) Notizia migliore, sul transito dalla domenica al lunedì in un fine-settimana “allungato” e sempre che non si tratti di un errore nella registrazione dei ddati, non vi sarebbe potuta essere: nei reparti di terapia intensi va delle strutture nosocomiali ticinesi non risulta più alcun degente, zero nella casella in cui, per riscontro, ancora nella prima decade di gennaio figuravano oltre 50 persone. Non solo: fermo a quota 994 il totale dei decessi, 36 dei quali durante la terza ondata ovvero da venerdì 5 marzo in poi, scende anche la cifra dei pazienti ricoverati, ora 21 in tutto per effetto di un ingresso in ospedale a fronte di tre dimissioni; 12 soltanto (32’977 nel complesso, 4’788 nella citata terza fase) i nuovi contagi, in linea con l’incidenza dei positivi sui tamponi effettuati e sottoposti a controllo in laboratorio (due per cento su 554 “test” alla data di giovedì 20 maggio). 199 i soggetti in isolamento, 370 quelli in quarantena all’evidenza di venerdì 21 maggio; sempre al 18.0 per cento, ma secondo numeri a mercoledì 19 maggio, la quota dei vaccinati “completi” ovvero a doppia dose; 184’589 le dosi somministrate nel complesso.

Sempre sull’aggiornamento alle ore 9.30 di venerdì (ultimo riscontro disponibile) le liste di attesa nei cinque centri vaccinali: Bellinzona quartiere Giubiasco (“Mercato coperto”, vaccino “Pfizer-BionTech”, appuntamenti asseritamente esauriti sino a domenica 6 giugno), 6’859 persone; Locarno (“Palazzetto Fevi”, vaccino “Moderna”, appuntamenti asseritamente esauriti sino a domenica 30 maggio), 2’116 persone; Lugano (“Padiglione Conza”, vaccino “Moderna”, appuntamenti asseritamente esauriti sino a domenica 30 maggio), 7’172 persone; Mendrisio (“Mercato coperto”, vaccino “Moderna”, appuntamenti asseritamente esauriti sino a domenica 30 maggio), 1’930 persone; Capriasca frazione Tesserete (“Centro protezione civile”, appuntamenti asseritamente esauriti sino a domenica 30 maggio), 911 persone.

Articolo precedenteItaliener mit 141 Stundenkilometer bei erlaubten 80 km/h erwischt
Articolo successivoMascherina no, droga sì, e all’assalto degli agenti: quattro arrestati