Home SVIZZERA La Lombardia sale a Coira. Ed i vincoli si rafforzano

La Lombardia sale a Coira. Ed i vincoli si rafforzano

Da Milano a Coira, oggi, Attilio Fontana presidente della Regione Lombardia per un incontro su invito delle autorità cantonali grigionesi, al centro dei colloqui i temi di carattere transfrontaliero ed i legami storici fra Cantone e territorio limitrofo. Punto d’incontro il “Museo d’arte” nella capitale, dove l’esponente politico leghista – ed eccellente conoscitore delle aree di confine: è varesino di città con origini familiari nel profondo della Val Cavargna – è stato ricevuto dall’Esecutivo “in corpore” insieme con Massimo Sertori, assessore regionale lombardo (e già presidente della Provincia di Sondrio); fra i temi all’ordine del giorno, l’attuazione della dichiarazione d’intenti sulla cooperazione frontaliera (testo risalente al 2016) per trasporti, sanità ed economia, la collaborazione in seno alla “Arge Alp” e le possibili sinergie in vista dei Giochi olimpici invernali 2026 che avranno sedi a Milano ed a Cortina d’Ampezzo (provincia di Belluno). Al termine della parte ufficiale, visita guidata al “Museo d’arte dei Grigioni”. Nell’immagine, da sinistra verso destra: Christian Rathgeb (consigliere di Stato), Marcus Caduff (consigliere di Stato), Jon Domenic Parolini (presidente del Governo), Peter Peyer (consigliere di Stato), Attilio Fontana (presidente della Regione Lombardia), Massimo Sertori (assessore regionale della Lombardia), Daniel Spadin (cancelliere di Stato del Canton Grigioni) e Mario Cavigelli (consigliere di Stato).