Home CRONACA Italiano, quo vadis? / Tanto gentile e tanto onesto pare (il formaggio)…

Italiano, quo vadis? / Tanto gentile e tanto onesto pare (il formaggio)…

Ma sì, è vero: tutti noi, in un momento o nell’altro della giornata, avvertiamo il bisogno di un incoraggiamento, di una spinta, di una buona parola. Ecco, magari anche di una frase che ci aiuti a non drammatizzare qualcosa che si sia sbagliato. In nostro soccorso, dall’assortimento di casa “Lidl”, giunge ora un prodotto caseario mirabilmente descritto in italiano come “indulgente”. “Indulgente”? Nel senso che si lascia rubare senza protestare alla cassa del supermercato? Nel senso che non si lamenterà se lo togliamo dalla confezione e lo mordicchiamo lì davanti al banco? Nel senso che non avrà obiezioni se non lo paghiamo? Nel senso che è ricco di sostanza grassa ma non ce la farà notare quando saliremo sulla bilancia? E in ultimo, per curiosità: proponendosi esso quale “Formaggio svizzero alla cremo”, possiamo affermare di avere davanti a noi il primo prodotto dichiaratamente concepito nel segno della parità di genere?