Home CRONACA Italiano, quo vadis? / Suvvia, proviamo a modernizzarci…

Italiano, quo vadis? / Suvvia, proviamo a modernizzarci…

Giusto è che, pur in un periodo dominato dall’ossessivo Covid-19, il nostro impegno solidale e sussidiario non venga meno, all’insegna del “Chi può, dia; chi non può, riceva”. Ciò non esime dall’evitare violenze sulla lingua italiana: a mo’ di esempio, sui cassonetti per la raccolta di indumenti riciclabili o rivendibili quale fonte di risorse da destinarsi ad opere benefiche, restituendosi al meritorio “Don Orione” in Capriasca frazione Lopagno un ragionevole titolo quale “istituto”, ché “instituto” è fuor d’uso almeno dai tempi di Galileo Galilei.