Home SPORT Hockey Nl / Rockets per l’orgoglio e per la vita: steso il...

Hockey Nl / Rockets per l’orgoglio e per la vita: steso il Winterthur

Più che il coraggio, forse l’incoscienza, o la coscienza del dover essere incoscienti, di dover agire quasi in stato di “trance”, pensando solo al vincere al vincere al vincere. Offesi, vilipesi, e soprattutto essendosi sentiti offesi e vilipesi quasi che il loro futuro appartenga al ciclo degli scenari negoziabili, oggi i BiascaTicino Rockets hanno preso fuoco e, al primo turno del girone di “play-out” nell’hockey cadetto, si sono incaricati di andare a devastare la tana del Winterthur, compagine da cui erano stati preceduti in stagione regolare. Prova di struttura, prova di orgoglio: 6-2 sul tabellone, reazione dopo essere stati colpiti a freddo (2.47, Tim Wieser a cinque-contro-quattro), due timbri in serie (3.01, Misha Moor; 5.14, Loic Vedova) ed uno per prendere il largo (33.30, Maxwell “Max” Gerlach); dallo statunitense giungeranno altre due firme (48.54 e 57.38) intervallate dal 5-2 di Jason Fritsche, il tutto nel marasma degli zurighesi ripetutamente in inferiorità numerica ed inefficienti nelle situazioni speciali. A doppio assist personale Sacha Tosques capitano e Gregory “Greg” Squires. Nella prospettiva della salvezza sul ghiaccio (quella societaria costituisce altro discorso), un passo meraviglioso.

I risultati – “Play-off”, quarti di finale, gara-due: LaChauxdeFonds-Ajoie 2-1 (serie sull’1-1); Grasshoppers Lions ZurigoKüsnacht-Kloten 2-7 (serie sull’1-1); Turgovia-Visp 2-1 (serie sull’1-1); Langenthal-Olten 5-4 (serie sul 2-0). “Poule”-salvezza: Sierre-AccademiaZugo 6-3; Winterthur-BiascaTicino Rockets 2-6.