Home ECONOMIA “Swiss market index”, prima la bonaccia e poi il nuovo primato storico

“Swiss market index”, prima la bonaccia e poi il nuovo primato storico

(ULTIMO AGGIORNAMENTO, ORE 19.24) Stampa un nuovo primato storico, e proprio sulla sirena di fine contrattazioni, lo “Swiss market index” di una Borsa di Zurigo il cui listino primario aveva navigato a vista, e per meglio dire se ne era rimasto in ancoraggio al largo, per gran parte dell’odierna seduta. Finale con timbro ad 11’510.60 punti, progresso pari allo 0.35 per cento, in evidenza i finanziari (“Ubs group Ag” capofila, più 1,19 per cento; “Credit Suisse group Ag” in guadagno pari allo 0.84 per cento e di nuovo sopra il controvalore di 10 franchi per azione); sulla coda “Compagnie financière Richemont Sa”, meno 1.00 per cento dopo lunga rincorsa. Di qualche interesse gli scostamenti sull’allargato. Dalle altre piazze europee: Dax-30 a Francoforte, più 0.19 per cento; Ftse-Mib a Milano, più 0.29; Ftse-100 a Londra, meno 0.61; Cac-40 a Parigi, meno 0.21; Ibex-35 a Madrid, meno 0.42. Ancora prevalente il segno negativo a New York: Nasdaq, meno 0.71; S&P-500, meno 0.16; “Dow Jones”, più 0.06. Cambi: 109.6 centesimi di franco per un euro, 90.44 centesimi di franco per un dollaro Usa; in apprezzamento a 35’160 franchi circa il controvalore teorico di un bitcoin.