Home CRONACA Filo di nota / Inciviltà manifesta, ma chi dovrebbe controllare…

Filo di nota / Inciviltà manifesta, ma chi dovrebbe controllare…

Sussurri e voci riferiscono di un atteggiamento giustamente tollerante, da parte delle forze dell’ordine, nelle verifiche sull’occupazione dei posteggi pubblici in ValleMaggia, ad esempio sul piazzale sterrato posto in fregio all’obelisco che di fatto sovrasta la spiaggetta su sponda sinistra del fiume; e va bene così, un quarto d’ora di sosta fuori dal già pagato non è da intendersi come atto premeditato e tale da condurre all’impalamento dell’automobilista. Assai minor tolleranza s’avrebbe da manifestare, per contro, verso coloro che i bidoni per la raccolta dell’immondizia riempiono e fanno traboccare. Tirata d’orecchi, in verità, anche all’autorità costituita: tre fusti, in un fine-settimana estivo, non sono sufficienti; per di più, la totale assenza di strumenti per la raccolta differenziata (non servirebbe molto: almeno per vetro e alluminio) costituisce motivo di irritazione per i residenti che, au contraire, secondo le volontà del legislatore sarebbero tenuti persino a separare l’ossigeno dall’azoto quando si trovano a respirare. Buon esempio dall’alto? Mah, non pare proprio.