Home POLITICA Filo di nota / Comunali 2021, uniti si… perde. Disuniti, figurarsi

Filo di nota / Comunali 2021, uniti si… perde. Disuniti, figurarsi

Anche tra alleati, quando non tutto va a meraviglia, forse non volano gli stracci ma corrono paroline non tenui. Ieri, in nota-stampa tra l’altro trasmessa per tre volte e con più e più correzioni ed aggiunte, dai vertici dell’Udc ticinese venne una lamentela sotto traccia all’indirizzo della Lega dei Ticinesi; sotto traccia, cioè in forma di constatazione, il rimpianto per “la perdita di voti e di diversi seggi” in non pochi Comuni nei quali era stata “presentata una lista comune con la Lega dei Ticinesi”. Il che è vero e non discutibile (lo dicono le cifre, per quanto da via Monte Boglia in Lugano rivendichino propri 63 eletti a fronte dei 67 nella tornata precedente, dichiaratamente “eccezionale”): si tratterebbe semmai di capire chi abbia una responsabilità in ciò. Vera è invece, e senza bisogno di indagini sul come e sul percome, un’altra rilevazione: perdite di consensi (e di seggiole nell’Esecutivo) constano anche laddove un posto era stato conquistato da figura sotto l’ombrello della Lega, e poi passata alla casacca dell’Udc, e udicina nel ripresentarsi con lista distinta da quella della Lega, ed in ultimo rimasta a bocca asciutta così come a bocca asciutta sono rimasti i suoi ex-compagni di viaggio. Insomma: da uniti, non tutte le certezze ma qualche certezza; nell’altra versione, nemmeno la certezza minima…