Home SPETTACOLI “Festival Voci audaci” a Losone, sei seminari e due concerti: iscrizioni aperte

“Festival Voci audaci” a Losone, sei seminari e due concerti: iscrizioni aperte

195
0

Sei seminari nell’arco di quattro giorni, con facoltà di combinazione delle proposte secondo programma personalizzato cioè scegliendo l’allievo quale sia per lui il miglior percorso didattico, nel seminario – il 21.o in ordine di tempo – del “Festival Voci audaci”, ormai consueta sede alla “Fabbrica” in Losone (via Locarno 43), periodo da giovedì 27 a domenica 30 giugno, formazione ed insegnamento con figure di calibro internazionale, accesso a studenti di ogni livello. Organizzazione, come sempre, sotto egida dell’“Organico scena artistica-Osa” (Oskar Boldre, Santuzza Oberholzer, Patricia Barbetti, Eloisa Vacchini, Martin Bartelt); lezioni in italiano ed in inglese (“Con poche parole e molta musica”, come tiene a precisare il direttore Oskar Boldre). Le proposte: “Canzoni groovy da Haiti” (novità dell’edizione 2024”), con Sten e Sanna Källman (Svezia); “Abc impro” (arte dell’improvvisazione nel canto collettivo), con Costanza Sansoni (Italia); “Condurre circlesong” (improvvisazioni corali guidate secondo le proposte del conduttore), con Oskar Boldre (Italia); “Plastik impro e New solo” (pratiche per eseguire gli assolo), con Oskar Boldre (Italia); “Body music” (canto e gestualità delle danze brasiliane), con Charles Raszl (Brasile). Vi è anche la possibilità di assistere alle lezioni come uditori.

Il programma sarà completato da due concerti, sempre alla “Fabbrica” in Losone: venerdì 28 giugno, ore 21.00, “Opencirclesongs” con Oskar Boldre, Charles Raszl, Costanza Sansoni, Sanna Källman e Sten Källman; sabato 29 giugno, ore 21.00, “Tributo alla musica di Haiti” con i cori “Goccia di voci” del Ticino, di Berna e di Zurigo. Contatto per informazioni ed iscrizioni: “e-mail” all’indirizzo info@organicosceaartistica.ch. In immagine, Sten e Sanna Källman.

Previous articleSperanze nelle Borse, Zurigo si conferma. Tempesta su “Temenos group Ag”
Next articlePortò il mondo a scoprire il mondo. Sergio Mantegazza, ultimo viaggio