Home CRONACA Due rapine a cavallo della frontiera, preso anche il secondo uomo

Due rapine a cavallo della frontiera, preso anche il secondo uomo

53
0

Conterraneo del primo arrestato, cioè siciliano con residenza a Catania, e quasi suo coetaneo, 33 anni contro 28; identica l’attitudine professionale, ramo rapine senza esclusione del ricorso all’intimidazione ed alla violenza, e specialista nell’assalto a forza soverchiante. In manette nelle scorse ore, sugli sviluppi dei vari filoni di indagine che erano stati aperti in coincidenza con il primo colpo messo a segno, anche il secondo dei malviventi che nello spazio di quattro giorni, fra sabato 5 e mercoledì 9 febbraio, avevano colpito dapprima alla filiale “Lidl” di via Voldomino 33 a Luino e poi ad una stazione di servizio di Tresa frazione Monteggio località Fornasette, prelievi indebiti rispettivamente per 4’300 euro e per circa 2’000 franchi; all’individuazione del soggetto gli effettivi della stazione Carabinieri di Luino sono giunti incrociando una serie di informazioni e quanto emerso da materiali filmati (in immagine, una fase della rapina alla “Lidl” d’oltrefrontiera).

A differenza del primo delinquente, che vive a Luino e che quale ultimo domicilio effettivo risultava associato al carcere dei “Miogni” in Varese (mercoledì 16 febbraio l’arresto), il 33enne era ripartito verso sud appena dopo il colpo alla stazione di servizio e non a caso proprio alla porta della sua abitazione in Catania, nelle scorse ore, si sono presentati uomini dell’Arma dei Carabinieri con il foglio degli addebiti: le due rapine, per l’appunto, ed anche il concorso in furto con riferimento ai veicoli utilizzati (uno “scooter” ed una “Alfa Romeo 156”). Manette, trasferimento alla casa circondariale di Gela (provincia di Caltanissetta), prossimo l’interrogatorio.

Previous articleTragico esito, morto il canyonista olandese infortunatosi a Linescio
Next articleGrazie al “Lions club Alto Ticino” una borsa di studio per “master” all’Usi