Home CRONACA Covid-19, triste messaggio: dopo due mesi in Ticino si torna a morire

Covid-19, triste messaggio: dopo due mesi in Ticino si torna a morire

(ULTIMO AGGIORNAMENTO, ORE 12.05) Spezza due mesi e due giorni nel segno della stabilità la notizia di un nuovo decesso, su suolo ticinese, a causa di conseguenze da pandemia covidiana: è la vittima numero 996, presumibilmente passata direttamente dal ricovero in situazione ordinaria alla morte, 38.a in ordine di tempo nella terza ondata oppure – e con maggior logica, stante il contemporaneo incremento nel numero dei positivi ed il confermarsi delle presenze in strutture nosocomiali – il primo caso nella quarta fase. Contrastanti le indicazioni sugli altri parametri: netto l’incremento nei nuovi contagi, 42 sulle 24 ore da ieri all’alba di oggi, ossia 33’823 dall’inizio della pandemia; confermate le quattro degenze in reparti di terapie intensive; il numero dei ricoverati si riduce da 12 a nove unità, per effetto di un decesso e di due dimissioni. Nessuna comunicazione circa i soggetti in isolamento o in quarantena. A ieri gli ultimi ragguagli sull’andamento della campagna vaccinale: 179’824 le persone giunte a fine trattamento (doppia dose), per un 51.2 per cento della popolazione avente diritto; 383’884 le dosi somministrate (compresi dunque gli individui che sino ad ora hanno ricevuto una sola dose). Quadruplo zero nel sistema delle residenze per anziani.

Articolo precedenteGiornate informative per il servizio militare, pronto il calendario
Articolo successivoAsilante minorenne scomparso da Balerna, revocato l’avviso di ricerca