Home CRONACA Covid-19, non si arresta la strage: altri 13 morti in Ticino

Covid-19, non si arresta la strage: altri 13 morti in Ticino

(ULTIMO AGGIORNAMENTO, ORE 13.25) Di incoraggiante, chi abbia dimestichezza con le scienze statistiche, in questi dati nulla troverà; e lo stesso vale per chi abbia conservato tracce di umanità nel cuore. 13 in più, ed è un’evidenza fra il drammatico ed il catastrofico, le vittime registrate in Ticino causa Covid-19 nelle ultime 24 ore, in transito dunque a 211 morti dall’inizio dell’epidemia. A quota 2’659 (più 60) i casi di contagio; il tasso di letalità si situa dunque al 7.94 per cento. 420 in tutto (più 32) i dimessi, il che equivale soltanto al 15.80 per cento ossia ad una persona ogni sei. Ancora 319 i ricoverati, di cui 71 in terapia intensiva (nove su 10 sono gli intubati) e 248 nei reparti. Riscontro a livello svizzero: almeno 641 i decessi secondo fonti dell’Ufficio federale sanità pubblica, 22’242 (più 590) i casi di contagio, 167’429 i “test” effettuati; assai più pesanti i numeri stando al portale “Corona-data.ch”, laddove i morti risultano 846 (aggiornamento alle ore 13.30 di oggi, considerati 11 Cantoni su 26) ed i contagiati risultano 22’489.