Home CRONACA Covid-19 in Ticino, 15 vittime in 24 ore. Case anziani, numeri da...

Covid-19 in Ticino, 15 vittime in 24 ore. Case anziani, numeri da paura

(ULTIMO AGGIORNAMENTO E RIEPILOGO, ORE 20.48) Nel giorno di una invero non granché illuminante visita del consigliere federale Alain Berset al Ticino (al netto dei convenevoli, utilità zero; ma è una sorta di “Tour de Suisse” autopromozionale, ed almeno si venne a sapere che non mancano i posti-letto acuti per terapie intensive), di nuovo ansiogeni sono i numeri che giungono dal fronte del Covid-19. Impressionante – e vedansi i termini di paragone in altro pezzo pubblicato oggi – la cifra dei decessi, 15 nel solo transito da ieri all’alba di oggi, picco assoluto eguagliato dall’inizio della pandemia; nel totale ci hanno lasciato 467 anime, di cui 116 nella cosiddetta “seconda ondata”, ed in sole 24 ore il 12.93 per cento del parziale. 255 le persone di cui è stata rilevata la positività, indicativamente sempre sul piede di un contagiato effettivo ogni quattro tamponi sottoposti a controllo in laboratorio (l’ultimo dato in proposito risale invero a venerdì scorso, quota 26 per cento circa su 1’150 “test”); gli affetti dal virus, considerandosi tuttora martedì 25 febbraio come “terminus a quo”, sono stati dunque 13’374 sino ad ora, di cui 3’531 nella prima fase e 9’843 nella seconda, come dire che il 73.60 per cento dei casi (quasi tre su quattro) appartiene al periodo corrente.

A rigore dell’elevato numero di decessi, da ricollocarsi sotto diversa luce è anche l’apparente rapporto quasi paritario tra nuovi ricoveri (21) e dimissioni (22); in strutture ospedaliere restano 357 soggetti, il 10.08 per cento dei quali (36) nei reparti di terapia intensiva. 1’963, infine, le persone in isolamento e 3’710 quelle in quarantena, stando ai valori dell’altr’ieri. Ed allarmante, al di là dell’assenza di nuovi ricoveri all’interno del gruppo preso in esame, è l’evidenza in peggioramento per quanto riguarda le case per anziani: sempre nel volgere delle ultime 24 ore, altre otto le vittime registrate ed altri 17 i residenti risultati positivi, per un totale di 294 soggetti a tutt’oggi contagiati. Ben 28 (su 68) restano le strutture in cui il “Coronavirus” è presente.