Home CRONACA “Coronavirus” sui banchi, scuole chiuse ma quarantene a getto continuo

“Coronavirus” sui banchi, scuole chiuse ma quarantene a getto continuo

43
0

È vero: attorno alle scuole non ha funzionato (per nulla, si aggiunge senza che ciò comporti un’accusa specifica, al momento) il cordone sanitario che in estate ci si aspettava dopo l’esperienza vissuta nelle prime tre ondate della pandemia da “Coronavirus”. Il contrario s’ha da dire circa i livelli di controllo sulla situazione: anche tra vigilia di Natale e giorno di santo Stefano, ossia a porte degli istituti regolarmente chiuse, numerosi i casi di quarantena intimati su comunicazione intercorsa tra vertici delle realtà interessate ed Ufficio del medico cantonale. Nove, per la precisione, i blocchi imposti causa manifestazione del Covid19 tra docenti e/o allievi e/o membri del personale, come segue: Bellinzona quartiere Giubiasco, scuola elementare (area speciale) ad effettivo ridotto, una sezione (sino a venerdì 31 dicembre, nuovo caso); Bellinzona quartiere Giubiasco, scuola dell’infanzia, una sezione (sino a sabato 1.o gennaio, nuovo caso); Gordola, scuola elementare, due sezioni (una sino a sabato 1.o gennaio, nuovo caso; una sino a domenica 2 gennaio, nuovo caso); Bellinzona sede Bellinzona-nord, scuola elementare, due sezioni (sino a domenica 2 gennaio, nuovi casi); Cugnasco-Gerra, scuola elementare, una sezione (sino a domenica 2 gennaio, nuovo caso); Breggia quartiere Caneggio, scuola dell’infanzia, una sezione (sino a domenica 2 gennaio, nuovo caso); Gordola, scuola elementare, una sezione (sino a domenica 2 gennaio, nuovo caso); Bellinzona quartiere Camorino, scuola elementare, una sezione (sino a domenica 2 gennaio, nuovo caso).

Come da aggiornamento sul bollettino del Dipartimento cantonale educazione-cultura-sport, questo il riepilogo dalle situazioni pregresse per un totale di 40 sezioni: Massagno, scuola elementare, una sezione (sino a giovedì 30 dicembre, caso già noto); Magliaso, scuola dell’infanzia, una sezione (una sino ad oggi, lunedì 27 dicembre, caso già noto); Bellinzona quartiere Giubiasco sede Palasio, scuola elementare, due sezioni (sino a giovedì 30 dicembre, casi già noti); Lugano quartiere Loreto, scuola elementare, una sezione (sino ad oggi, lunedì 27 dicembre, in prolungamento rispetto a precedente scadenza su domenica 26 dicembre, caso già noto); Vezia, scuola dell’infanzia, due sezioni (sino ad oggi, lunedì 27 dicembre, casi già noti); Agno, scuola elementare, una sezione (sino ad oggi, lunedì 27 dicembre, caso già noto); Torricella-Taverne quartiere Taverne, scuola elementare, una sezione (sino ad oggi, lunedì 27 dicembre, caso già noto); Locarno, scuola speciale al Liceo, una sezione ad effettivo ridotto (sino ad oggi, lunedì 27 dicembre, caso già noto);

Lugano quartiere Cassarate, scuola elementare, una sezione (sino ad oggi, lunedì 27 dicembre, caso già noto); Biasca, scuola elementare, due sezioni (sino ad oggi, lunedì 27 dicembre, casi già noti); Bellinzona quartiere Sementina, scuola dell’infanzia, una sezione (sino ad oggi lunedì 27 dicembre, caso già noto); Monteceneri quartiere Rivera, scuola elementare, una sezione (sino ad oggi, lunedì 27 dicembre, caso già noto); Bellinzona, Liceo cantonale, due sezioni (una sino ad oggi, lunedì 27 dicembre, caso già noto; una sino a giovedì 30 dicembre, caso già noto); Lugano, “Centro professionale commerciale-Cpc”, una sezione (sino a giovedì 30 dicembre, caso già noto); Mendrisio quartiere Ligornetto, scuola elementare, una sezione (sino a giovedì 30 dicembre, caso già noto); Lugano quartiere Barbengo, scuola media, una sezione (sino a giovedì 30 dicembre, caso già noto); Chiasso, scuola elementare, una sezione (sino a sabato 1.o gennaio 2022 in prolungamento da precedente scadenza a giovedì 30 dicembre, caso già noto); Sorengo, scuola dell’infanzia, una sezione (sino ad oggi, lunedì 27 dicembre, caso già noto);

Biasca sede San Giuseppe, scuola dell’infanzia, una sezione (sino ad oggi, lunedì 27 dicembre, caso già noto); Caslano, scuola elementare, due sezioni (sino ad oggi, lunedì 27 dicembre, casi già noti); Lugano sede Castausio, scuola dell’infanzia, una sezione (sino a giovedì 30 dicembre, caso già noto); Cevio, scuola media, una sezione (sino a giovedì 30 dicembre, caso già noto); Pura, scuola dell’infanzia, una sezione (sino a venerdì 31 dicembre, caso già noto); Locarno, scuola media-2 (“Morettina”), quattro sezioni (sino a sabato 1.o gennaio 2022 in prolungamento rispetto a precedente scadenza su venerdì 31 dicembre, casi già noti); Torricella-Taverne frazione Taverne, scuola elementare, una sezione (sino ad oggi, lunedì 27 dicembre, caso già noto); Mendrisio, scuola elementare, una sezione (sino ad oggi, lunedì 27 dicembre, caso già noto); Bellinzona sede Zona rossa, scuola dell’infanzia, una sezione (sino a giovedì 30 dicembre, caso già noto); Lugano quartiere Viganello, scuola elementare, una sezione (sino a giovedì 30 dicembre, caso già noto); Comano, scuola elementare, una sezione (sino a giovedì 30 dicembre, caso già noto); Cugnasco-Gerra, scuola elementare, una sezione (sino a sabato 1.o gennaio in prolungamento da precedente scadenza a venerdì 31 dicembre, caso già noto); Bellinzona quartiere Semine, scuola elementare, una sezione (sino a venerdì 31 dicembre, caso già noto); Bellinzona quartiere Giubiasco, “Centro professionale sociosanitario-Cps”, una sezione (sino a venerdì 31 dicembre, caso già noto).

Previous articleSwissmedic lässt “Ronapreve(R)” für Covid-19-Patientinnen und -Patienten zu
Next articleNonni e nipoti a scoprire i treni, primo atto del 2022 al “Max museo”