Home POLITICA Colpo di stiletto / Il Beltramestio del Beltradito che scaccia il Beltramonto

Colpo di stiletto / Il Beltramestio del Beltradito che scaccia il Beltramonto

Tramestio s’avverte nell’animo quand’accade di trovarsi sossopra a motivo d’un impedimento o d’una minaccia subveniente. E stamane, a meno di due ore dalla chiusura delle urne per le Cantonali che potrebbero segnare (ma anche no) uno spartiacque nella sua vita politica in qualità di consigliere di Stato, Paolo Beltraminelli pipidino ha espresso questa condizione esistenziale in un messaggio “Whatsapp” indirizzato a quanti gli “sono stati vicini in questi mesi” di campagna elettorale, et patati et patata, aggiungendo di sentirsi “teso ma fiducioso sull’esito della votazione”. Partito infatti con una lista per il Governo che pareva tagliata sulle sue misure, cioè un “Beltra più nessuno”, l’odierno titolare del Dipartimento cantonale sanità-socialità si è trovato a dover schivare qualche residuo bellico dovuto in primo luogo alla vicenda “Argo1” (che non è la madre di tutti gli scandali, e resta un’inezia in verticale ed in orizzontale rispetto alla sepolta “Asfaltopoli”) e, nel frattempo, la montante concorrenza di un Raffaele De Rosa dalle larghe intese. La tensione di Paolo Beltraminelli è comprensibile, e si mangia in un attimo tre titoli potenziali del pomeriggio, ma passi: con tale Beltramestio che lo squassa, pur sentendosi Beltradito egli spera di evitare il Beltramonto.