Home SPORT Calcio / EuropaLeague, al Lugano un pari che sta stretto

Calcio / EuropaLeague, al Lugano un pari che sta stretto

Non è ancora una squadra guarita, ma è una squadra che si ritrova come squadra, il Lugano andato oggi a conquistarsi un altro punto – il secondo – nel gruppo “B” del calcio di EuropaLeague, 0-0 “interno” (cioè al “Kybunpark” di San Gallo) con il Malmö tuttora in lizza per il superamento del turno. Partita magari non eccezionale, eppure a lungo sotto controllo dei bianconeri ben sospinti da Mattia Bottani (sino a che un’autentica aggressione sui garretti non l’ha tolto di mezzo) e con Numa Lavanchy e Marco Aratore (sua un’occasione, siluro con parabola appena sopra la traversa) inesauribili sul fronte d’attacco. Centimetrico il fuorigioco di posizione (altrui, purtroppo con egual casacca) di Balint Vécsei al 56.o; palla in rete, marcatura annullata. Notevole un paio di numeri di Alexander Gerndt, spedito in campo proprio al 56.o in sostituzione di Mattia Bottani; poco impensierito Noam Baumann tra i pali. Nell’altro incontro della serata, pareggio (1-1) tra Copenhagen e Dinamo Kiev. La classifica: Copenhagen, Dinamo Kiev 6 punti; Malmö 5; Lugano 2.