Home SPORT Calcio Dna / Lugano pirotecnico, San Gallo inchiodato sul 3-3

Calcio Dna / Lugano pirotecnico, San Gallo inchiodato sul 3-3

Lo si era detto tempo addietro: nella probabile impossibilità di costruire qualcosa di meglio per sé in questa stagione, il Lugano del calcio di Divisione nazionale A sarebbe stato arbitro nella lotta per il titolo. Et voilà: dopo aver di fatto estromesso il Basilea, stasera i bianconeri si sono permessi di riallineare le residue forze in campo costringendo il San Gallo ad un pareggio (aggancio riuscito all’83.o) che fissa a quota 58 il punto di partenza della volata tra lo stesso San Gallo e lo Youngboys, quest’ultimo impostosi ieri per 4-0 sul Thun. Di rincorsa la gara degli uomini allenati da Maurizio Jacobacci, sempre alle prese con un’infermeria strapiena; Numa Lavanchy l’uomo-partita, due assist (10.o, per Jonathan Sabbatini, 1-0; 46.o, per Alexander Gerndt, 2-2) ed il goal del 3-3; nel mezzo il rigore trasformato da Jordi Quintillà (26.o), l’allungo di Víctor Ruiz (39.o) ed il 2-3 di Ermedin Demirovic (83.o); nel complesso, nulla di rubato ed anzi qualche motivo per recriminare, se non sull’oggi, su quel che sarebbe potuto essere almeno in prospettiva europea (rassicuranti, a sette turni dalla fine, il “più 11” sull’ultima ed il “più nove” sulla penultima).

I risultati – NeuchâtelXamaxSerrières-Zurigo 1-1 (martedì); Sion-Basilea 1-0 (ieri); Youngboys-Thun 4-0 (ieri); Servette-Lucerna 2-0 (ieri).

La classifica – Youngboys, San Gallo 58 punti; Basilea 49; Servette 44; Zurigo 42; Lucerna 41; Lugano 34; Sion 27; Thun 25; NeuchâtelXamaxSerrières 23.