Home IMPRESE & PERSONE “Avec” di Locarno, linfa fresca sotto una nuova gestione

“Avec” di Locarno, linfa fresca sotto una nuova gestione

Un solo giorno di sosta per inventario, e stamane la reinaugurazione che conferisce un nuovo volto alla grande distribuzione organizzata in un punto nevralgico di Locarno. Sotto egida della “D’Acqua Sagl”, per la titolarità del 46enne Paolo D’Acqua, è passato infatti il punto-vendita a marchio “Avec” – circa 250 metri quadrati, dimensione propria di una “superette” – sito alla stazione ferroviaria di Locarno, di fatto ad unione tra il negozio “Kiosk” e l’“Avec” stesso pur con ingressi che rimangono distinti; in ampliamento l’offerta di referenze del non-alimentare e dell’alimentare, con specifico impegno sul fronte del fresco dove sarà possibile l’acquisto di pane e prodotti da forno sette giorni su sette. Marche primarie, ampia attenzione ai fornitori locali, caratterizzazione sempre più ticinese quale primo biglietto da visita anche per la clientela in arrivo da Oltresangottardo e dall’Italia in un “terminal” ferroviario su cui converge anche la “Centovallina” e che nel volgere di meno di un anno da oggi acquisirà maggiore slancio grazie all’apertura della galleria di base cenerina nel contesto del progetto “AlpTransit”. Confermato l’organico, che porta a quota 18 i dipendenti della “D’Acqua Sagl” operante anche con punti-vendita in largo Franco Zorzi 10 a Locarno ed alla “Migros” di Minusio.