Home CRONACA Asilanti minorenni, ladri e rapinatori. La vittima reagisce: presi entrambi

Asilanti minorenni, ladri e rapinatori. La vittima reagisce: presi entrambi

Si erano infilati nel suo appartamento, a Melide, per dar prova a sé medesimi dell’arte verso cui pare che avessero già da qualche tempo mostrato una straordinaria inclinazione, ovvero per reiterare la propria versione del concetto di “take-away”; quando il proprietario dell’abitazione li ha sorpresi, hanno tentato la fuga, uno riuscendoci dopo colluttazione con l’uomo e l’altro, per contro, rimanendo incastrato in una stanza sino a che le forze dell’ordine sono giunte sul posto; all’arresto del primo, peraltro, su attivazione di un idoneo dispositivo di ricerca hanno fatto séguito l’individuazione, l’identificazione ed il fermo anche del secondo soggetto, dileguatosi verso sud ma non abbastanza intelligente per capire che miglior cosa, anche per evitare un aggravio della sua posizione, sarebbe stata per lui il consegnarsi seduta stante. 10 righe 10 per dire di fatti occorsi venerdì scorso in quel di Melide, bersagli un’abitazione per quel che sarebbe il furto in sé e la persona oppostasi alla depredazione, invece, per quanto nel codice sconfina in rapina. In manette due richiedenti l’asilo, l’uno – quello scappato dall’appartamento – sedicente algerino e sedicente 17enne, l’altro – quello costretto ad arrendersi – sedicente tunisino e sedicente 16enne, entrambi con soggiorno nel Mendrisiotto. Sul conto dei due giovani figurerebbero numerosi altri furti con effrazione messi a segno in varie parti del Ticino; addebiti, di massima, la rapina, il ripetuto furto, la violazione di domicilio ed il danneggiamento.