Home SPETTACOLI “Amicizia ebraico-cristiana”, la felicità è un pomeriggio in… coro

“Amicizia ebraico-cristiana”, la felicità è un pomeriggio in… coro

Un tuffo nella musica contemporanea in Israele quello offerto domenica, alla sede dell’associazione “Amicizia ebraico-cristiana” in Lugano, dai membri del coro “Col Hakolot” di Milano, introdotti nell’occasione dal giornalista Roberto Zadik. Influenze di ogni genere, dall’Est europeo allo yiddish tradizionale al sefardita allo yemenita, in concerto sotto il denominatore del “caos propulsivo” che caratterizza lo Stato della Stella di Davide, con interpreti che vanno da Noa ad Assaf Avidan a Shlomo Artzi per non parlare dei più celebri sulla scena internazionale, valgano i nomi della sfortunata Ofra Haza, di Yasmine Levy e di Avi Toledano. Fra i brani, “Gam Gam Jona” (conosciuta in Europa per l’inserimento nella colonna sonora del film “Jona che visse nel ventre della balena”, per la regìa di Roberto Faenza) e “Shalom aleichem”. Durante l’intervallo è stato inoltre proposto un documentario sull’attività dell’organizzazione ecologista “Keren kayemeth LeIsrael-Kkl”, la più antica al mondo (fondazione nel 1901); a chiusura, il brano “Hava nagila”, composto durante la Prima guerra mondiale – quando la Palestina era sotto dominio ottomano – e considerato da molti come la prima canzone folk in ebraico. In immagine, il coro “Col Hakolot”.