Home CRONACA 2020 vs. 2019 (26) / Stesso contesto, stesse frasi, senso opposto…

2020 vs. 2019 (26) / Stesso contesto, stesse frasi, senso opposto…

L’avrete notato: forse mai come in questo periodo si sono ribaltati senso, valore e percezione di un concetto o un pensiero corrente. Da qui una nuova rubrica temporanea per… accompagnarci durante il residuo periodo di quarantena da “Coronavirus”, vero e proprio spartiacque nei comportamenti (se non di tutti, almeno della maggior parte di noi). Oh, da prendersi alla leggera, puntata quotidiana dopo puntata quotidiana. Un semplice confronto, via, tra ieri ed oggi.

*****

2019 – Sulla bici come mezzo di trasporto: “Ah, sarebbe una soluzione interessante, certo, per andare da casa alla ditta e dalla ditta alla casa… Ma non si può, via, parto fresco ed arrivo sudato… Invece, vuoi mettere il treno? Magari si sta in piedi ed un po’ schiacciati, ma si parte e si arriva, in fondo qualche ritardo è sopportabile…”

2020 – Dopo l’imposizione delle norme di distanziamento fisico sui mezzi pubblici: “In treno, io, non metto più piede. Mi riprendo l’auto, sto chiuso nella mia scatoletta ma almeno nessuno mi alita addosso. Ed appena arriva la bella stagione, zac, fantastica la bici, mi prendo quella elettrica e via, nemmeno ti immagini quanta libertà ti dia, parto fresco ed arrivo quasi fresco e mi basta una sciacquata alle mani…”.