Home CRONACA 2020 vs. 2019 (24) / Stesso contesto, stesse frasi, senso opposto…

2020 vs. 2019 (24) / Stesso contesto, stesse frasi, senso opposto…

L’avrete notato: forse mai come in questo periodo si sono ribaltati senso, valore e percezione di un concetto o un pensiero corrente. Da qui una nuova rubrica temporanea per… accompagnarci durante il residuo periodo di quarantena da “Coronavirus”, vero e proprio spartiacque nei comportamenti (se non di tutti, almeno della maggior parte di noi). Oh, da prendersi alla leggera, puntata quotidiana dopo puntata quotidiana. Un semplice confronto, via, tra ieri ed oggi.

*****

2019 – Sugli acquisti “online”: “Oh, non hai nemmeno idea di quale scoperta sia stata per me… All’inizio pensavo: boh, ci vuole un mucchio di tempo per ricevere la merce, non ne vale la pena… Ma poi, quando ho incominciato a vedere che funzionava, di “Wish” mi sono innamorata innamorata innamorata… Sì, magari bisogna stare attenti, succede che ordini un bastone telescopico per i “selfie” e ti arriva un bastone tipo manganello e poi finisci anche davanti ad un giudice, ma questo è il meno. Ed i prezzi, vuoi mettere? Ah, al negozio non mi beccano più…”.

2020 – Sull’uscita dal “lockdown”: “Io, comperare ancora “online” dalla Cina? Ma neanche se mi sparano, con me hanno chiuso. Già si correvano rischi, e lo scoprivi solo “dopo”, perché se ne fregano di dirti che certi prodotti non rispettano le normative nazionali, carogne che non sono altro… E ci hanno contaminato con il “loro” virus, con i “loro” pipistrelli, con i “loro” maiali… Vergogna…”.