Home CRONACA Monteggio: il “Bancomat” resiste, ladri messi in fuga

Monteggio: il “Bancomat” resiste, ladri messi in fuga

(ULTIMO AGGIORNAMENTO, ORE 10.43) Hanno presumibilmente riguadagnato il confine sul Varesotto, passando dal valico di Monteggio frazione Cassinone verso Luino località Longhirolo, i malviventi che intorno alle ore 2.50 hanno tentato di forzare il “Bancomat” della filiale “Raiffeisen” a Monteggio frazione Molinazzo, lungo via Cantonale. Apparecchiatura uguale a quelle in precedenza svaligiate con l’uso della cosiddetta “marmotta”, avranno pensato i ladri, premuratisi di coprire gli obiettivi delle videocamere di sorveglianza a circuito chiuso e rimasti invece sorpresi dall’esito di alcune modifiche introdotte sul “Bancomat” medesimo; sull’attivazione del sistema di allarme, fuga precipitosa e senza bottino e senza che l’apparecchiatura avesse subito danni. La vettura utilizzata dalla banda, e che secondo i primi accertamenti era provento di furto, è stata trovata a distanza di poco tempo in zona di confine, appena al di qua del citato valico di Monteggio frazione Cassinone; è quindi da presumersi lo spostamento del gruppo su altra auto lasciata in territorio italiano appena oltre il punto (impresidiato) di confine. Sul luogo della tentata effrazione sono intervenuti agenti di Polcantonale e Polcom Lugano; ricerche tuttora in corso; richiesta la collaborazione di eventuali testimoni vuoi di movimenti sospetti nella zona vuoi di evidenze della fuga dei criminali.