Home CRONACA Spaccio a mansalva, 36enne albanese estradato dall’Italia al Ticino

Spaccio a mansalva, 36enne albanese estradato dall’Italia al Ticino

505
0

In Italia avrebbe già le sue gatte da pelare, ma soprattutto in Ticino non scherza; e per cosucce quali l’infrazione aggravata alla Legge federale sugli stupefacenti, da quattro giorni a questa parte, si trova ospite del sistema carcerario ticinese, quivi giunto per estradizione dalla felice Penisola ora ancor più felice per l’essersi levata di torno codesto soggetto. Destinatario di un mandato internazionale di cattura, la cui esecuzione ebbe luogo in tempi recenti, un 36enne albanese per l’appunto residente in landa d’oltreramina e che, con i termini solitamente usati dai portavoce del ministero pubblico, è sospettato d’aver “preso parte ad un’importante attività di spaccio”, da specialista in cocaina, il Ticino quale mercato. Il nome del 36enne era comparso nel quadro di indagini a più ondate ed a più direttrici, tanto che altri soggetti pertinenti alla medesima inchiesta sono già comparsi a giudizio il mese scorso. Il “dossier” è di competenza della procuratrice pubblica Margherita Lanzillo.