Home POLITICA Filo di nota / Cartelloni elettorali “aggrediti”. Cominciamo bene…

Filo di nota / Cartelloni elettorali “aggrediti”. Cominciamo bene…

Possono piacere o non piacere, i messaggi politici dell’Udc. Possono piacere o non piacere anche i concetti, le affermazioni, le tesi. Ciò non toglie che l’aggressione ai manifesti elettorali, sia essa in forma di strappo oppure con la sovrapposizione di altre frasi, è cosa contraria all’esercizio della democrazia. Accade a Muralto, come da immagine colta da Alessandro “Bubi” Berta e ripresa da altri esponenti Udc sulle proprie pagine “Facebook”: mani ignote, perché il vigliacco si nasconde sempre dietro all’anonimato, si sono sentite in diritto di occultare parte del cartellone con frasi di tutt’altro tenore, a riprova di un’intolleranza metabolizzata e riverberata. Tra l’altro, infilando sul colpo un paio di sciocchezze antistoriche ed antitetiche alla realtà; ma si sa, è prerogativa dello stupido l’affidarsi alla disinformazione.