Home POLITICA Bastardi inside / Compagna Amalia Mirante, pardon, camerata Giorgia Almirante

Bastardi inside / Compagna Amalia Mirante, pardon, camerata Giorgia Almirante

82
0

Ad onta di una battaglia condotta senza risparmio di energie e che ha fatto emergere sensibilità diverse (leggasi alla voce: “Correnti”) in seno al Partito socialista, Amalia Mirante mirante con mira sicura al Governo cantonale per via di candidatura venne estromessa oggi dal lotto dei e delle papabili. Troppo “non sinistrorsa”, Amalia Mirante, a parere di taluni suoi non propriamente compagni. Per qualcuno di picchetto domenicale al “Teletext” Rsi, addirittura, la 44enne economista e docente sarebbe una… fascista conclamata: e, difatti, il cognome pubblicato diventa “Almirante”, come quello del Giorgio italiano di cui si parla in altra parte del giornale e per altra questioncella. Davvero una distrazione, davvero una svista? O invece, proprio perché si conosce la professionalità di alcuni tra i colleghi di quel gruppo di lavoro, una furbata messa lì con intento spiritoso e che invece di spiritoso ha nulla, e meno ancora? Post scriptum: questa è “Bastardi inside”, rubrica concepita con l’intento proprio del “Castigat ridendo mores”; se invece al “Teletext” qualcuno ha voluto agire in modo lesivo della dignità e della personalità di Amalia Mirante, beh, ora sappiamo qual è l’aggettivo giusto per definire questo qualcuno.

Previous articleColpo di stiletto / Numeri su, numeri giù, e coincidenze ancora di più
Next articleHockey Prima lega / Gruppo est, anche il Lucerna alla piazza d’onore