Home POLITICA Colpo di stiletto / Dottoressa Giò, guardati dalla nipotina Alice…

Colpo di stiletto / Dottoressa Giò, guardati dalla nipotina Alice…

Commovente passaggio di testimone al timone del Consiglio comunale a Lugano, iersera, fra Maruska Ortelli (leghista storica, di quelle da cui i leghisti d’accatto dovrebbero solo imparare) e Giovanna Viscardi (liberale-radicale di suo, e come tutti i liberali-radicali sotto la spada di Damocle dell’incorporazione a liste congiunte con i conservatori). Due bei discorsi, umani, l’uno declinato sull’impegno a favore delle fasce più deboli e l’altro orientato alle attese dei cittadini oltre che stozzato in modo tale da non far venire ubbie malsane e fantasie soverchie a quanti, nell’ultimo anno di un mandato, pur di portare a casa il consenso sarebbero anche disposti a promettere un secondo “Lac”. Il passaggio più divertente nel saluto di Giovanna Viscardi: divento presidente del Legislativo all’età di 44 anni, mio padre fu in questo stesso ruolo nel 1980 ovvero quando ne aveva 45; per la prima volta nella vita riesco a fare qualcosa battendolo sul tempo. Non si illuda di poter difendere a lungo tale primato, tuttavia, la nostranissima “dottoressa Giò”: all’orizzonte si profila la temibile nipotina Alice, ora di anni nove, plurimenzionata nel discorso di intronizzazione quale interlocutrice sui diritti e sui doveri della politica.