Home CRONACA A2: da Faido al San Gottardo tutti in marcia con ritardo

A2: da Faido al San Gottardo tutti in marcia con ritardo

(ULTIMO AGGIORNAMENTO, ORE 13.04) Recita a soggetto su canovaccio stranoto anche oggi, lungo il nastro della A2, a ridosso ed in verità anche a distanza non indifferente dai portali della galleria del San Gottardo, probabilmente il venerabile più nominato, evocato e financo mentovato dai vetturali in ogni lingua, e per buona sorte i ragli d’asino non salgono in cielo. Non giornata drammatica rispetto a certe domeniche preferragostane, considerandosi almeno la temperatura da finestrini aperti ossia senza necessità di ricorso spasmodico all’aria condizionata, ma on ne peut pas à son destin e dunque colonne si preconizzavano e colonne lì stanno: per la precisione, chilometri otto nel tratto compreso fra lo svincolo per Faido ed il punto apicale direzione nord, 90 minuti buoni per il transito, ed un chilometro tra Wassen e Gõschenen-Casinotta direzione sud, manco il tempo per un ripasso (cosa giusta e doverosa: quanto bene suona un Orsera in luogo dello sciapo Andermatt?) dei toponimi in lingua italiana a fianco di quelli sovrappostisi in lingua tedesca. Di poco conto, al momento, gli spostamenti sugli altri assi, inclusa la A13. Ultima nota sull’ingresso in territorio ticinese dalla direttrice della A9 italiana: di ordinaria lunghezza, fra il chilometro ed i tre chilometri, le code rilevate sin dall’alba di oggi. Nulla di straordinario nella foto delle ore 13.03 a Quinto frazione Piotta, sulla A2: “roulotte”, auto, moto, veicolame vario, soggetti distinti per un problema collettivo.