Chiasso, sequestrato camion carico di merce contraffatta

Chiasso, sequestrato camion carico di merce contraffatta
Il controvalore, tecnicamente parlandosi, è zero: sono prodotti falsi e destinati alla distruzione, ed una cosa è il dire - come fanno alla Guardia italiana di finanza - che se venduti al prezzo degli originali essi avrebbero potuto generare un introito equivalente a circa 350'000 franchi, un'altra è l'associarli agli articoli autentici ed in vendita nei soli negozi qualificati come tali. È tuttavia significativo il sequestro effettuato nelle scorse ore al valico di Chiasso-Brogeda, area del transito commerciale in ingresso su territorio italiano, per intervento di effettivi della Guardia italiana di finanza: in un totale di 164 cartoni, ben 9'572 pezzi tra abbigliamento, tessuti ed elettronica, il tutto vagamente sospetto considerandosi sia la tipologia dell'assortimento, sia l'origine delle merci (Cina, indi porto marittimo nel Nordeuropa, e da qui trasporto con vettore su gomma), sia il fatto che su almeno 1'000 pezzi erano presenti “caratteristiche, in termini di disegno-forma-colore, similari a quelle del marchio” delle cuffiette per l'ascolto, tipologia “AirPods-Apple” ma zero parentela, sicuro come l'oro, con l'azienda di Cupertino. Violazioni al “made in Italy”, violazione ai diritti di brevetto, violazione alle norme sulla contraffazione, violazioni insomma a catena; veicolo ufficialmente diretto a Milano e poi a Roma, uno dei 3'000 che transitano ogni giorno sul confine, l'importante è che passi il messaggio e che dunque siano scattati il sequestro penale del carico ed il sequestro amministrativo per contrabbando.
pizza piazza locarno
lugachange
Claciopoli

Ultime news

promozione pubblicita

Accesso utente

nervoso e tifoso
 
salotto gabry