Monossido assassino, anziano luganese muore nel Comasco

Monossido assassino, anziano luganese muore nel Comasco
Una forte concentrazione di monossido di carbonio negli ambienti di un paio di stanze è la causa certa - a conferma manca solo l'esito della perizia disposta dall'autorità giudiziaria al fine di stabilire la dinamica dell'episodio occorso nel tardo pomeriggio di ieri, giovedì 3 gennaio - della morte di Franco Sabbadin, 87enne abitante a Lugano quartiere Viganello. Il cadavere dell'anziano è stato trovato ieri in una villetta di Menaggio (Como), frazione Plesio località Breglia, dove l'uomo soggiornava con la consorte 85enne per il periodo delle vacanze natalizie, dopo l'allarme lanciato dalla donna che si era resa conto del problema ed era riuscita, non senza difficoltà, a mettersi in contatto con le forze dell'ordine e con i servizi di soccorso. Inutili i tentativi di rianimazione dell'87enne; la moglie, che mostrava chiari segni di intossicazione, è stata trasportata d'urgenza al presidio ospedaliero “Erba-Renaldi” di Menaggio; scongiurato il pericolo di conseguenze esiziali. La villetta è stata posta sotto temporaneo sequestro.
pizza piazza locarno
lugachange
Claciopoli

Ultime news

promozione pubblicita

Accesso utente

nervoso e tifoso
 
salotto gabry