Colpo di stiletto / Sacchetto tassato, un capestro tira l'altro

Colpo di stiletto / Sacchetto tassato, un capestro tira l'altro
Sarà anche - e, per carità, nessuno mette in discussione la tesi ufficiale che giunge da Palazzo Marcacci - che il problema si è manifestato lungo la filiera della distribuzione, e cioè tra l'azienda produttrice-fornitrice e gli operatori dei punti-vendita designati e deputati. Sarà, ma al cittadino la cosa non interessa né deve interessare: se tu amministratore pubblico imponi una tassa, tu amministratore pubblico devi fare anche in modo che tale tassa sia pagabile nell'immediato e senza pena aggiuntiva. Eggià: a Locarno, vogliasi o non vogliasi, il miracoloso sacco blu per la raccolta dei rifiuti - sì, quello che per consistenza è stato già ribattezzato “sfogliatina di puffo” - è diventato una specie di Fantomas, introvabile qui, non disponibile là, guardi riprovi più tardi, non sappiamo che altro dirle. Il caso, che sta montando anche su qualche pagina dei gruppi di “Facebook”, assume contorni ancor più spiacevoli nel momento in cui - e sussistono testimonianze in tal senso: così è, ma non dovrebbe né potrebbe essere - al negozio Pinco che per chiarezza si trova dalle parti di piazza Castello il cliente viene rinviato a venerdì ma, nel caso intenda acquistare i rotoli dei sacchi, per non perdere la priorità è tenuto a prenotare ed a pagare in anticipo. Tutto questo mentre, stando a ciò che è noto, il mancato utilizzo di sacchi ufficiali sarà tollerato per un'altra settimana soltanto. Chi vive sperando, come si suol dire, muore cantando...
pizza piazza locarno
lugachange
Claciopoli

Ultime news

promozione pubblicita

Accesso utente

nervoso e tifoso
 
salotto gabry