Criminali rumeni in trasferta dall'Italia, tre arresti a Novazzano

Criminali rumeni in trasferta dall'Italia, tre arresti a Novazzano
Tutti rumeni e tutti residenti all'estero - trattasi di un 37enne, di una 31enne e di un 25enne - i soggetti tratti in arresto giovedì scorso (oggi l'informativa congiunta da fonti di Polcantonale, Guardie di confine e ministero pubblico) ad un valico doganale di Novazzano in quanto responsabili di vari furti perpetrati negli scorsi mesi in Ticino, bersagli principali gli esercizi commerciali e le abitazioni private. Il terzetto era da tempo destinatario di attenzioni da parte delle forze dell'ordine ed i suoi membri, al fine di risultare meno “visibili” e dunque più difficilmente intercettabili, avevano scelto di muoversi a bordo di una vettura presa a noleggio ed immatricolata in Italia; i tratti distintivi del volto e del corpo di ciascuno tra gli elementi della banda, tuttavia, erano ormai noti anche grazie alle immagini degli impianti di videosorveglianza nei punti-vendita a suo tempo presi di mira e dai quali i tre malviventi avevano asportato bottini ingenti. A bordo dell'auto sono stati trovati attrezzi da scasso; sulla scorta di accertamenti esperiti è emerso che uno dei soggetti era già stato fermato in altra circostanza per furto e che sul 37enne era pendente un mandato di arresto emesso dalla magistratura del Canton Lucerna. Addebiti, al momento, confianti al furto ed al danneggiamento; inchiesta coordinata dalla procuratrice pubblica Marisa Alfier.
pizza piazza locarno
lugachange
Claciopoli

Ultime news

promozione pubblicita

Accesso utente

nervoso e tifoso
 
salotto gabry