Tentano il “rip-deal”, cascano nella rete: tre arresti a Mendrisio

Tentano il “rip-deal”, cascano nella rete: tre arresti a Mendrisio
Il trucco, quello solito: fingersi interessati all'acquisto di un bene (in questo caso, una proprietà immobiliare) e, in corso di trattativa, offrirsi di versare una caparra e chiedere che venga effettuata un'operazione di cambio; quel tipo di cambio che non dovrebbe destare sospetti, sa, in Italia le banconote da 500 euro sono viste con sospetto, ma in Svizzera non avete problemi di questo genere, quindi ti diamo una mazzetta di pezzi di grosso taglio e tu ci dai il corrispettivo in pezzi da 50 e da 20 e da 10. Operazione fallita, perché la vittima designata della truffa tipo “rip-deal” - si tratta di un cittadino svizzero residente in Ticino - ha impiegato tre minuti tre per avvertire la Polcantonale e per dare tutte le indicazioni del caso: sicché martedì scorso, con intervento predisposto e ben programmato, tre malviventi sono finiti in manette a Mendrisio poco prima che avesse luogo l'incontro previsto. Tentata truffa aggravata la contestazione mossa ad un 29enne italiano, ad una 29enne italiana e ad un 18enne francese, non si sa se ideatori del colpo o semplici emissari; in precedenza l'interessato era stato fatto scendere sino a Milano per la definizione dei preliminari. Inchiesta nelle mani della procuratrice pubblica Marisa Alfier; da stabilirsi se il terzetto o singoli membri del terzetto abbiano avuto ruoli in altri episodi dello stesso genere.
pizza piazza locarno
lugachange
Claciopoli

Ultime news

promozione pubblicita

Accesso utente

nervoso e tifoso
 
salotto gabry