Coltellate e colpi alla testa, ucciso un imprenditore abitante a Rovio

Coltellate e colpi alla testa, ucciso un imprenditore abitante a Rovio
Paolo Vignali, 62 anni, imprenditore edile italiano che fonti consultate dal “Giornale del Ticino” indicano essere domiciliato a Rovio, è stato ucciso nel corso della notte tra ieri ed oggi all'interno della casa di famiglia in piazza Virgiliana nel centro di Mantova. A commettere il delitto, tra l'altro in presenza della moglie della vittima, è stato il figlio Nicola, 37 anni, che dopo l'aggressione - al culmine di una lite per motivi di denaro, pare - si è costituito nella mattinata all'ufficio della Polizia di Stato all'ospedale di Borgo Trento in Verona ed è stato in tale sede tratto in arresto. Il decesso di Paolo Vignali - che evidenze di cronaca indicano anche essere stato bersaglio, nel 2012, di un tentativo di estorsione da parte di 'ndranghetisti stabilitisi nel territorio mantovano - è avvenuto presumibilmente a causa dei traumi subiti dopo essere stato colpito più volte alla testa con un oggetto contundente - forse una statuetta - e ferito al corpo con un coltello da cucina. In periodo non lontano, stando a fonti locali, l'autore dell'omicidio aveva incontrato seri problemi di natura psichiatrica; ciò non gli aveva impedito di costruirsi una famiglia in Brasile, Paese dal quale era rientrato la scorsa settimana.
pizza piazza locarno
lugachange
Claciopoli

Ultime news

promozione pubblicita

Accesso utente

nervoso e tifoso
 
salotto gabry