Chiasso, nella rete un terzetto di ladri zingari da oltreconfine

Chiasso, nella rete un terzetto di ladri zingari da oltreconfine
Nel momento in cui la loro auto è stata fermata ieri a Chiasso frazione Seseglio, ecco, avevano già sul groppone una quantità di guai causati in spregio alle norme sulla circolazione stradale. Al momento della verifica delle identità, la guida senza autorizzazione e le questioncelle connesse sono transitate alla fascia bassa degli addebiti: perché uno tra gli occupanti - trattasi d'una 22enne con passaporto italiano - era colpito da mandato di cattura in quanto responsabile di un furto compiuto lo scorso anno nel Luganese; poi, per la presenza di numerosi attrezzi da scasso all'interno dell'abitacolo; e via elencandosi, in catena, sicché gran lavoro si sono trovati a condividere le Guardie di confine intervenute (ed autrici del fermo del veicolo) e gli agenti della Polcantonale. In sintesi: tre gli arresti, ammessa dai tre soggetti (insieme con la 22enne si trovavano un 24enne serbo ed una 22enne francese; tutti zingari, tutti residenti in un campo-nomadi d'oltrefrontiera ovvero in territorio lombardo) la partecipazione ad un furto con scasso perpetrato a Mendrisio, ma sussistono sospetti anche su altri episodi. Sotto sequestro l'auto - targhe italiane, proprietà da accertarsi - ed i ferri del mestiere. Ipotesi di reato: ripetuto furto, ripetuto danneggiamento, ripetuta violazione di domicilio, entrata, partenza e soggiorno illegali, guida senza autorizzazione. Inchiesta nelle mani del procuratore pubblico Zaccaria Akbas.
pizza piazza locarno
lugachange
Claciopoli

Ultime news

promozione pubblicita

Accesso utente

nervoso e tifoso
 
salotto gabry