Borse: spettri turchi sull'Europa, Zurigo soffre poi recupera

Borse: spettri turchi sull'Europa, Zurigo soffre poi recupera
(ULTIMO AGGIORNAMENTO, ORE 21.44) Mietono ancora vittime, sulle piazze borsistiche europee, le propaggini della crisi finanziaria in Turchia, situazione esplosa a metà della scorsa settimana e che in prima istanza sta piegando la residua solidità dell'euro, stamane scambiato ad un minimo di 1.1286 franchi ed ora intorno a quota 113.2. Inevitabili incertezze tra gli operatori, cui peraltro non era sfuggito il rischio di una minicorrezione in coincidenza con il periodo agostano; prova sia l'odierno, temporaneo ritorno dello “Swiss market index” sotto la soglia psicologica dei 9'000 punti, salvo recupero e chiusura a quota 9'005.35 (meno 0.29 per cento). In zona-salvezza “Swiss life holding Ag” e “Swiss Re Ag” (più 0.32 e più 0.14 per cento rispettivamente); retrovia per lusso (“Compagnie financière Richemont Sa”, meno 0.87, il peggiore) e bancari (“Credit Suisse group Ag” sulla coda, meno 1.21). Andamento in altre sedi di contrattazione: Dax-30 a Francoforte, meno 0.53; Ftse-Mib a Milano, meno 0.58; Ftse-100 a Londra, meno 0.32. Flessioni contenute fra lo 0.11 e lo 0.35 per cento sugli indici di riferimento a New York.
pizza piazza locarno
lugachange
Claciopoli

Ultime news

promozione pubblicita

Accesso utente

nervoso e tifoso
 
salotto gabry