Calcio Dna / Il Lugano che non t'aspetti: segna, si difende, vince

Calcio Dna / Il Lugano che non t'aspetti: segna, si difende, vince
Il calcio, fra gli sport di squadra, è quello che meno si presta ai sistemi di equazioni; non si chiederà dunque che qualcuno trovi un nesso logico fra il Lugano che busca tre pere (sarebbero potute essere otto) in amichevole con l'Inter, l'Inter che sùbito dopo va a perdere 0-2 con il Sion ed il Lugano che oggi, all'esordio nella stagione pedatoria 2018-2019, passa a Sion con 2-0 irragionevole (controllo-palla: 42 contro 58 per cento; tiri: nove contro 21; due calci d'angolo contro 12) e mette in cascina tre dei 40-41 punti con cui la salvezza dovrebbe risultare certa. In cronaca: assetto 4-3-3 modificato in avvio sul 4-1-2-3, subitaneo vantaggio con Dragan Mihajlovic (4.o, assist di Bálint Vecséi, tiro da forse 80 metri che il portiere dei vallesani ha battezzato fuori mentre la palla sceglieva di piombargli alle spalle...), raddoppio (38.o) grazie a Fabio Daprelà in ripresa di pallone andato a timbrare la traversa su conclusione di Domen Crnigoj. Sul conto del Sion, nel cui ambiente staranno già mugugnando 8'000 degli 8'300 spettatori visto al “Tourbillon”, il rigore convertito da Anto Grgic (73.o) per fallo di Vladimir Golemic ed il palo centrato da Carlos Alberto Alves “Carlitos” Garcia al 37.o oltre ad uno straordinario stato di grazia nello sparacchiare a debita distanza dalla porta altrui. Gli altri risultati: Basilea-San Gallo 1-2 (ieri); Lucerna-NeuchâtelXamaxSerrières 0-2 (ieri); Youngboys-Grasshoppers Zurigo 2-0 (oggi); Zurigo-Thun 2-1 (oggi). La classifica: NeuchâtelXamaxSerrières, Youngboys, Lugano, San Gallo, Zurigo 3 punti; Basilea, Sion, Thun, Grasshoppers Zurigo, Lucerna 0.
pizza piazza locarno
lugachange
Claciopoli

Ultime news

promozione pubblicita

Accesso utente

nervoso e tifoso
 
salotto gabry