Collina d'Oro, sanzione dal Governo a sindaca e vicesindaco

Collina d'Oro, sanzione dal Governo a sindaca e vicesindaco
Erano al corrente del fatto che sussisteva un carico pendente - nelle forme del procedimento penale, per un presunto abuso di autorità ai tempi in cui l'uomo operava come collaboratore della Città di Lugano - su quel futuro funzionario del Comune, ovvero colui che di lì a poco sarebbe entrato in servizio come vicecomandante della Polcom; erano al corrente ma non avvisarono gli altri membri del Municipio. Per tale ragione Sabrina Romelli Riva, sindaca Plr dei quasi 5'000 abitanti di Collina d'Oro ovvero Gentilino più Montagnola più Agra più Carabietta, ed il vicesindaco Giorgio Cattaneo anch'egli in quota Plr hanno ricevuto oggi una sanzione a testa dal Consiglio di Stato, che era stato sollecitato ad un intervento su istanza proveniente da altri due membri dell'Esecutivo. Il provvedimento è per l'appunto in primo luogo legato “alla decisione di non informare tempestivamente i colleghi” et cetera, e questo pur intercorrendo oltre tre mesi fra il “via libera” (seduta di lunedì 29 maggio 2017) e l'entrata in funzione (settembre 2017). Una volta scoppiato il bubbone, all'autorità municipale era rimasta la sola opzione di sospendere il vicecomandante della Polcom dal ruolo (lunedì 8 gennaio 2018), con trasferimento ad altra competenza in seno all'Amministrazione comunale; nella seduta di martedì 20 marzo 2018, infine, la scelta di interrompere il rapporto di lavoro. I provvedimenti adottati: a Sabrina Romelli Riva, “in ragione delle competenze (...) nella direzione del collegio e nella gestione della corrispondenza”, multa di 100 franchi (con facoltà di appello al Tribunale amministrativo cantonale, ma tale non risulta essere l'intenzione della sindaca); al vicesindaco Giorgio Cattaneo, invece, un ammonimento (anch'esso appellabile). In immagine, la compagine municipale di Collina d'Oro.
pizza piazza locarno
lugachange
Claciopoli

Ultime news

promozione pubblicita

Accesso utente

nervoso e tifoso
 
salotto gabry