Danneggiamenti a Lugano, nei guai pseudotifosi del Losanna calcio

Danneggiamenti a Lugano, nei guai pseudotifosi del Losanna calcio
Non solo una tentata aggressione ai tifosi avversari, appena dopo la fine della partita di calcio Lugano-Losanna, quando agenti della Polcantonale sono stati costretti ad esplodere alcuni colpi a salve per evitare il contatto tra blocchi opposti: è stata infatti contraddistinta anche da danneggiamenti in vari luoghi, con scritte in vernice “spray” ed a pennarelli indelebili, la calata barbarica di un gruppo di sostenitori del Losanna che ieri, in parte a Lugano ed in parte a Paradiso, si sono dedicati alla poco nobile arte dell'imbrattamento di beni della collettività. Ad azione (cretina) una reazione (necessaria, con intervento di agenti della Polcantonale e della Polcom Lugano): fermate 11 persone, una delle quali è stata identificata - a far fede il sistema di videosorveglianza della Città di Lugano - come autrice dei danneggiamenti. Il soggetto è risultato recidivo per atti contrari all'ordine pubblico e, tra l'altro, colpito da divieto di accesso agli impianti di gioco per hockey e calcio su tutto il territorio svizzero; nella circostanza, sufficiente una diffida dal presentarsi allo stadio di Cornaredo dove di lì a poco sarebbe andato in scena il confronto tra le due squadre. Nel quadro dell'inchiesta avviata, la posizione dell'autore degli imbrattamenti verrà valutata con particolare attenzione in riferimento ad altri episodi consimili.
pizza piazza locarno
casa riazzino
lugachange
badante
Claciopoli

Ultime news

promozione pubblicita

Accesso utente

nervoso e tifoso
 
salotto gabry