Mani alzate su un minorenne “problematico”: 50enne sotto torchio

Mani alzate su un minorenne “problematico”: 50enne sotto torchio
Per ora, di certo, solo una denuncia: quella venuta dai familiari della presunta vittima, cioè di un ragazzo affetto da turbe e tuttora minorenne. Denuncia tuttavia pesante, ed all'origine di un'inchiesta nelle mani della procuratrice pubblica Chiara Borelli: è stato infatti interrogato nei giorni scorsi - la pubblicazione della notizia, già giunta alla stampa, era stata bloccata su richiesta dell'autorità giudiziaria in ragione delle esigenze di indagine - un educatore 50enne, formazione e funzione e nazionalità non resi noti, che sul giovane a lui affidato avrebbe alzato le mani incorrendo dunque nel reato di vie di fatto, ex-articolo 126 del Codice penale svizzero. I fatti sarebbero avvenuti negli ambienti o nelle pertinenze dell'“Istituto von Mentlen” (nella foto) di via Ospedale 4 a Bellinzona, dove il ragazzo era stato collocato temporaneamente dopo un periodo trascorso nella struttura “Casa Stralisco” di Serravalle frazione Malvaglia; acquisito il ruolo del 50enne quale dipendente dello stesso istituto nella capitale. I fatti, per quanto riferiscono fonti della Procura, sarebbero limitati ad un episodio.
pizza piazza locarno
lugachange
Claciopoli

Ultime news

promozione pubblicita

Accesso utente

nervoso e tifoso
 
salotto gabry