Granconsigliere, si scansi: via dal timone degli enti pubblici e parapubblici

Versione stampabileVersione PDF
Granconsigliere, si scansi: via dal timone degli enti pubblici e parapubblici
Fuori dall'“Azienda elettrica ticinese”, per esempio. Ma anche dalla “BancaStato”, dall'“Azienda cantonale rifiuti” e dall'“Ente ospedaliero cantonale”. Dopo ampio dibattito, maggioranza apprezzabile (43 “sì”, 36 “no”, tre astensioni) oggi in Gran Consiglio ad appoggiare il rapporto con cui, in accoglimento parziale delle tesi di un'iniziativa partita dalle sponde socialiste (prima firmataria Pelin Kandemir Bordoli), è stato sancita l'impossibilità di essere contemporaneamente membri del Legislativo cantonale e membri del Consiglio di amministrazione di enti cointeressati in quanto pubblici o parapubblici. Niente più sovrapposizioni, niente più compatibilità. Il rapporto era stato elaborato in seno alla Commissione granconsiliare diritti politici.
pizza piazza locarno
lugachange
Claciopoli

Ultime news

promozione pubblicita

Accesso utente

nervoso e tifoso
 
salotto gabry