Bastardi inside / Doris Leuthard non si ripresenta. Ed un ticinese sorride

Versione stampabileVersione PDF
Bastardi inside / Doris Leuthard non si ripresenta. Ed un ticinese sorride
Annunciando oggi di non volersi ricandidare per la conferma in Consiglio federale (nel 2019), l'onorevole Doris Leuthard ha conseguito quattro risultati in un colpo solo: a) rimesso al centro del tavolo l'esigenza di un diverso equilibrio tra componente maschile e componente femminile nell'Esecutivo; b) affossato indirettamente le speranze di Ignazio Cassis, che punta a subentrare in autunno a Didier Burkhalter (Plr per Plr) per riportare il Ticino nella stanza dei bottoni a Berna; c) trovato un modo più elegante per ignorare i commercianti del Gambarogno e fare di nuovo la spesa all'“Unes” di Maccagno con Pino e Veddasca; d) e soprattutto, dato una spinta poderosa alla candidabilità di Filippo Lombardi (Ppd per Ppd) proprio nel nome del Ticino (not now, ma fra due anni il discorso sarebbe ineludibile).
pizza piazza locarno
lugachange
Claciopoli

Ultime news

promozione pubblicita

Accesso utente

nervoso e tifoso
 
salotto gabry