Mani nella cassa a Mergoscia, reo (confesso) il segretario comunale

Versione stampabileVersione PDF
Mani nella cassa a Mergoscia, reo (confesso) il segretario comunale
Non sembra aver mai fine il lungo “serial” dei funzionari pubblici che approfittano di disponibilità in cassa per scopi personali. Come a Torricella-Taverne, come a Lamone, come a Muralto (qui la vicenda del già contabile comunale è da considerarsi ancora “in itinere”), ora - come riferito in serata sull'edizione elettronica del quotidiano “laRegione” - spunta un'inchiesta a carico del segretario comunale di Mergoscia: l'uomo, tra l'altro sotto contratto soltanto dall'autunno 2016, è accusato del prelievo illecito - e dell'utilizzo a fini personali - di una somma stimata al momento tra i 20'000 ed i 25'000 franchi, probabilmente con interventi “mirati” sulla registrazione di introiti e sulle partite di giro in uscita. Non sono al momento note le circostanze della scoperta degli ammanchi. L'uomo, nel frattempo sospeso dalle funzioni ed a carico del quale viene mossa l'accusa di appropriazione indebita, avrebbe già ammesso ogni responsabilità e si sarebbe dichiarato pronto a provvedere al risarcimento del danno economico arrecato.
pizza piazza locarno
lugachange
Claciopoli

Ultime news

promozione pubblicita

Ultimi commenti

Accesso utente

nervoso e tifoso
 
salotto gabry