Furti su suolo svizzero, banda di moldavi catturata in Italia

Versione stampabileVersione PDF
Furti su suolo svizzero, banda di moldavi catturata in Italia
Tutti originari della Moldavia, tutti giovani con età compresa fra i 24 ed i 31 anni, tutti ricercati da tempo - su di loro pendeva tra l'altro un mandato europeo di arresto emesso dal ministero pubblico in Lucerna - e tutti pericolosi i quattro malviventi tratti in arresto nel pomeriggio dell'antivigilia di Pasqua nel centro di Chiavenna (Sondrio, Italia) dopo rocambolesca fuga dal territorio elvetico. Dopo aver commesso una serie di furti, gli uomini erano riusciti ad esfiltrare dalla Svizzera arrivando al punto di frontiera di Splügen-Madesimo frazione Montespluga e qui abbandonando l'auto (rubata) con cui stavano cercando di sfuggire ai controlli delle pattuglie della Polcantonale Grigioni; dalla Polstradale grigionese a Mesocco frazione San Bernardino l'informativa diretta ai Carabinieri della compagnia di Chiavenna circa l'avvenuto transito dei criminali; da qui le ricerche con impiego di una ventina di effettivi dei Carabinieri di Chiavenna (Nucleo operativo e radiomobile), di Campodolcino e di Villa di Chiavenna. I quattro soggetti sono stati infine individuati in un bar di Chiavenna, dove erano giunti a bordo di un “taxi” probabilmente avendo prefigurato un proseguimento della fuga con il primo treno utile verso Colico (Lecco) o verso Sondrio; dalle perquisizioni personali sono emersi i proventi di varie effrazioni (un lingotto in oro del peso di 100 grammi, banconote per 5'200 franchi, nove orologi, due macchine fotografiche, oggetti in oro) e persino gli attrezzi per lo scasso. I quattro moldavi sono stati pertanto messi in manette e trasferiti alla casa circondariale di Sondrio in vista dell'estradizione alla Svizzera.
pizza piazza locarno
lugachange
Claciopoli

Ultime news

promozione pubblicita

Ultimi commenti

Accesso utente

nervoso e tifoso
 
salotto gabry